Palazzo Zappasodi

Tra le residenze che oggi destano l'attenzione del visitatore vi è il palazzo Zappasodi, che ha subito diverse modifiche migliorative nel corso dei suoi quasi cento anni di storia.
Dalle mappe pontificie di Spinetoli del 1815, nel luogo dove ora sorge la casa vi era soltanto un orto di proprietà della Parrocchia di S. Maria Assunta, nella persona dell’allora parroco Don Berardirto Giorgi.
Questa porzione di terreno venne acquistata intorno al 1910 da Wolfango Nardoni (del fu Giuseppe) per costruirvi una casa. Infatti nel 1912 i registri catastali di Spinetoli riportano l'esistenza di "una casa con bottega" di 2 piani e 7 vani.
Il 31 dicembre del 1929, in seguito alla morte di Wolfango Nardoni, la casa passò per successione alle figlie Isabella e Argene, salvo l'usufrutto alla vedova Nardoni, la signora Enrica Trovarelli (del fu Camillo).
Successivamente la proprietà passò alla famiglia Zappasodi in seguito al matrimonio di Isabella Nardoni con Beniamino Zappasodi di Monsampolo.
Nel corso degli anni la casa ha subito notevoli trasformazioni ed ha svolto un ruolo piuttosto importante in paese: infatti a piano terra aveva sede l'esattoria comunale, gestita prima da Wolfango Nardoni e successivamente dal genero, Beniamino Zappasodi, noto all'epoca per essere stato per molti anni tesoriere comunale.
Il primo piano della casa ospitava anche una cantina, che produceva ottimi vini, venduti anche nel nord Italia.
Nel secondo dopoguerra la casa ha assunto un aspetto più imponente ed elegante, alzandosi di un piano nel blocco principale e presentando nella facciata rivolta verso piazza Leopardi un corpo aggettante di un solo piano, costituito da un'ampia terrazza contornata da una balaustra in travertino, da cui si può accedere ad un piccolo parco, che segue la pendenza naturale della collina.
Il dott. Domenico Zappasodi e suo fratello, il Senatore Wolfango Zappasodi che ancora negli anni '40 la casa era circondata dal verde e vi si poteva ammirare la Vallata del Tronto e perfino il mare Adriatico, guardando verso l'attuale Municipio, che ancora non era stato costruito (al suo posto vi era il parco della Rimembranza).

Comune di Spinetoli

Piazza Leopardi, 31 - 63078 Spinetoli (AP) - Tel.0736/890298 - Partita Iva: 00362890444 - PEC: protocollo@pec.comune.spinetoli.ap.it - Cookie Policy

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.039 secondi
Powered by Simplit CMS