Casa Pierantozzi

Percorrendo la strada che conduce a Spinetoli, dopo villa Piccinini, sulla sinistra, una particolare costruzione, che sembra richiamarsi allo stile tirolese, attira l'attenzione dei , passanti.
Particolarmente favorevole è il sito su cui sorge, da cui è possibile godere di un'ottima visuale, che permette di ammirare il vicino paese di Spinetoli e, sullo sfondo, il mare Adriatico.
Consultando l'archivio storico, sappiamo che già nel 1855 esisteva una casa colonica di mq 260, di proprietà del sig. Marchetti Emidio fu Domenico.
Nel 1873 l'edificio venne venduto a Don Salvatore Pallottini (del fu Vincenzo), che divenne poi un noto personaggio dell'epoca.
Nato a Spinetoli il 24 aprile 1826, aveva compiuto gli studi superiori ad Ascoli, nel 1855 si trasferì a Roma, dove conseguì a pieni voti la laurea in teologia (diritto canonico e civile).
Compose diverse opere di carattere religioso. Scrisse di lui lo storico G. fabiani: "È autore, nientemeno, della raccolta di tutte le conclusioni e soluzioni della S. Congregazione del Concilio del 1564 (anno in cui fu istituita da Pio IV) fino al 1860. Si tratta di 17 grossi volumi (...) stampati a Roma dal 1868 al 1893. per portare a termine quest'opera poderosa lavorò ininterrottamente per 25 anni, 12 ore al giorno (...).
Il Pontefice leone XIII, nel gradire l'ultimo volume dalle mani dell'autore ebbe ad elogiarlo grandemente e in segno di stima e gratitudine lo nominò Uditore della Sacra Romana Rota", si specializzò soprattutto sui casi di annullamento di matrimonio e sulle cause dei santi; in seguito venne nominato dal Papa Monsignore, rivestendo un ruolo di prestigio nel mondo sociale e politico dell'epoca (conobbe anche l'allora Presidente del Consiglio, Francesco Crispi). morì a Spinetoli l'11 Luglio 1904.
Lasciò la sua eredità al nipote, Nazzareno Pallottini, che fu anche vice Podestà di Spinetoli.
Proprio a lui dobbiamo l'aspetto imponente dell'attuale edificio, costruito sulla precedente casa colonica. Infatti dal catasto risulta che la casa passò nel 1905 a Pallottini Nazzareno fu Antonio, che qui venne ad abitare dopo aver venduto la sua casa, ubicata nella sede del vecchio municipio, vicino alla chiesa di Santa Maria Assunta.


Comune di Spinetoli

Piazza Leopardi, 31 - 63078 Spinetoli (AP) - Tel.0736/890298 - Partita Iva: 00362890444 - PEC: protocollo@pec.comune.spinetoli.ap.it - Cookie Policy

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.034 secondi
Powered by Simplit CMS