Casa Mancini

Non sempre gli appartenenti alla classe alto borghese erano soliti censire i propri immobili come "casini di villeggiatura" o semplicemente come "casini" o "ville", infatti spesso troviamo solo il toponimo "casa di proprio uso", sebbene in qualche caso si tratti ugualmente di dimore affascinanti e degne di attenzione, che nel linguaggio comune vengono indicate come ville.
Le ragioni di questa scelta potevano essere molteplici, primo tra tutti un fatto esclusivamente economico, poiché talvolta conveniva censire il proprio stabile come casa colonica per pagare meno tasse, oppure i proprietari realmente intendevano utilizzare la struttura come casa di abitazione.
Quest'ultimo caso è quello che si addice di più a Casa Mancini. Infatti proseguendo la strada che conduce a Spinetoli, dalla Salaria, subito dopo Villa Piccinini, un grande complesso recintato e recentemente ristrutturato, avvolto da una rigogliosa vegetazione, attira l'attenzione del viandante, tanto da far pensare che molto probabilmente quel podere un tempo poteva svolgere un ruolo di primo piano nella realtà spinetolese.
Consultando l'Archivio di Stato di Ascoli Piceno, e in modo particolare la mappa Pontificia di Spinetoli dell'1815, sappiamo che un tempo, in quella zona, diversi edifici con relativi appczzamenti di terreno contribuivano a dare una configurazione particolare al paesaggio.
Infatti, consultando il registro di Pagliare del Tronto (1855), sappiamo che l'attuale casa, un tempo, era censita come casa di propria abitazione di 310 mq, comprendente anche una corte di 320 mq, una casa di proprio uso di 90 mq ed un grande appczzamento di terreno "seminativo-vitato" di 360 mq.
I proprietari erano Luigi Pierantozzi (figlio di Tommaso) ed i figli Filippo, Pietro e Alessandro, domiciliati a Spinetoli. La famiglia proprietaria utilizzava realmente la casa come abitazione e non come residenza estiva, ma intorno alla fine del secolo XIX, precisamente nel 1885, vendettero la tenuta a Mancini Nazareno.
La famiglia Mancini, originaria di Torano Nuovo (TE), decise di comprare questo podere proprio per l'ottima posizione su cui sorgeva, vicino ad una importante via di comunicazione, come la Salaria, oltre che per l'ottima esposizione dei terreni, da cui si ammirava uno splendido paesaggio.

Comune di Spinetoli

Piazza Leopardi, 31 - 63078 Spinetoli (AP) - Tel.0736/890298 - Partita Iva: 00362890444 - PEC: protocollo@pec.comune.spinetoli.ap.it - Cookie Policy

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.033 secondi
Powered by Simplit CMS